Idroponica e aeroponica

Catalogo
Libro "Hidroponía para todos" - libro sobre cultivar marihuana
Quantità

Botes Hidro Floración

Hidro Fioritura

Precio 9,13 €
Precio base
10,74 €
-15%
  • Precio rebajado
Quantità

Maceta AeroFarm de GHE
Quantità

Sistema de cultivo Aeroflo 10 de GHE General Hydroponics
Quantità

Idroponica e aeroponica

Idroponica e aeroponica

L'idroponica è una tecnica avanzata per la coltivazione delle piante sia di marijuana che di altre varietà senza doversi preoccupare dell’irrigazione e senza che alle piante manchino acqua o nutrienti necessari.

L’idroponica è un sistema di coltivazione che si basa su un principio molto semplice. Un substrato inerte per sostenere le radici della pianta e un sistema di ricircolo dell’acqua che si muove da un deposito fino al vaso attraverso dei tubi e dove l’acqua in eccesso ritorna al deposito. Le piante hanno sempre a disposizione acqua e nutrienti e crescono in maniera molto più rapida e produttiva, e la loro coltivazione occupa meno tempo che in terra.

Nel coltivare in idroponica l’acqua diventa parte del substrato di coltivazione, per questo dovremo regolarla a un livello di PH corretto e con una elettro-conduttività (EC) adeguata alle nostre piante. Nel caso della marijuana il valore di Ph è di circa 5,5 in crescita e di 6,5 in fioritura. La Elettro-conduttività rappresenta la quantità di fertilizzante presente nell’acqua. La quantità per coltivare marijuana deve essere nella fase di crescita fra 0,8 ed 1,0 e nella fase di fioritura fra 1,2 e 2,0.

Dovremo anche tenere in conto un altro fattore molto importante, la temperatura dell’acqua. La sua temperatura è infatti in stretta relazione con la quantità di ossigeno presente in essa. Quanto più calda quante meno ppm di ossigeno troveremo, e il livello aumenta al raffreddarsi, ma non può scendere sotto i 16º oppure si potrebbe bloccare lo sviluppo delle radici. La temperatura per permettere lo sviluppo delle radici nei primi giorni è di 25º. Perché la pianta possa alimentarsi bene e possa assimilare tutti i nutrienti la temperatura dovrà essere di circa 20º.

Quando coltiviamo in idroponica è molto facile che le nostre piante si pieghino a causa del peso. Per questo dovremo utilizzare tutori di plastica o, secondo il caso, una rete da SCROG, o metteremo in pericolo il raccolto. Un altro problema che può capitare è la rottura della pompa dell’acqua lasciando le nostre piante senza rifornimento. Per questo è sempre necessario avere a disposizione una pompa di ricambio, per mantenere le piante in vita nel caso la rottura avvenga di domenica. Le piante possono sopravvivere alcune ore nel caso di luce spenta, ma possono resistere molto poco nel caso la luce sia accesa.

L’acqua del deposito deve essere cambiata tutte le settimane, si può utilizzare un bio-filtro per togliere la materia organica. In questa maniera l’acqua può essere utilizzata fino a due settimane, riempiendo il deposito con acqua minerale e regolata nei suoi valori corretti di EC.

È una forma differente di piantare cannabis in una forma automatica e ottenendo ottime produzioni, è come salire una scalinata nella tua coltivazione di marijuana.