Semi femminizzati

Ver Información
La categoria semi femminizzati della pagina Growbarato.net risulta una delle più ricche e complete presenti online, composta da banche di semi underground e molto famose con vasti cataloghi che racchiudono tutte le varietà presenti attualmente sul mercato. Sezione in continuo aggiornamento così da non risultare mai obsoleta, presentazione continua di nuove varietà di semi femminizzati e banche di nuova generazione. Non perderti le nuove varietà femminizzate e le banche di semi in continuo aggiornamento.
Filtro semillas
Banco
Tipo de Semilla
Índica / Sativa
Clima
Sabor
Uso recomendado
Interior / Exterior
Perfil de cannabinoides
Efecto físico
Duración Floración interior
Tiempo de cosecha en exterior
Catalogo
Banana Zkittlez

Banana Zkittlez

Precio 18,39 €
Precio base
22,99 €
-20%
  • Precio rebajado
Quantità

Satin Black Domina CBD

Satin Black Domina CBD

Precio 18,80 €
Precio base
23,50 €
-20%
  • Precio rebajado
Quantità

7th Wave

7th Wave

Precio 19,76 €
Precio base
21,95 €
-10%
  • Precio rebajado
Quantità

Sweet Love planta de marihuana

Sweet Love

Precio 18,90 €
Precio base
21,00 €
-10%
  • Precio rebajado
Quantità

Semi femminizzati

Semi femminizzati

Il proibizionismo ha portato ad una ricerca constante del modo in cui favorire la presenza di piante di cannabis femmine all’interno della coltivazione, avendo il maschio poco potere psicoattivo; la limitata e pericolosa possibilità di coltivare cannabis doveva dare un risultato sicuro, evitando le impollinazioni, la perdita di spazio e di tempo nella differenziazione del sesso, per ottenere solo un maschio non utile all’utente che cerca tanto un effetto ludico quanto medicinale.

Per questo motivo le imprese si sono impegnate a fondo nel tentativo di poter aumentare la presenza di piante femmine nelle coltivazioni. In un primo momento si selezionavano le piante femmine resistenti agli stress, più resistente era miglior madre poteva diventare e meno ermafroditismo si sarebbe presentato nelle generazioni successive; si usava quindi clonare la pianta selezionata, cambiarne il sesso per evitare che si presentasse un sesso XY e poter infine impollinare le piante femmine non cambiate. In questo modo la generazione successiva ottenuta era geneticamente XX essendo i genitori da entrambe le parti XX.

Negli anni ’90 ciò si poteva ottenere usando un’elevata concentrazione di gibberellina, ormone che esiste naturalmente nelle piante, che aiutava a decidere quale sarebbe stato il sesso a manifestarsi a seconda della concentrazione in ogni pianta. Tale metodo non assicurava una femminizzazione stabile ed omogenea come il metodo che si utilizza oggi, in qualsiasi caso non vi è modo di femminizzare al 100%; quello che si utilizza oggigiorno raggiunge il 99,7%, a causa dei possibili fiori maschi che potrebbero comparire in caso di stress della pianta per vari motivi. Anni fa era più facile trovare ermafroditi nelle coltivazioni; ora, grazie al STS (tiosolfato d’argento) potremo trovare una proporzione molto minore di ermafroditi, vicina allo 0, molto più sensibile però alla contaminazione luminosa e ad altri stress che potrebbero cambiare il sesso della pianta stessa durante la coltivazione.

Bisogna specificare che i casi di ermafroditismo della pianta di cannabis possono presentarsi a causa di una cattiva selezione genetica e di una coltivazione non adatta, quando non si rispettano le necessità della pianta. Questo significa che la contaminazione luminosa, lo stress per la temperatura, l’eccesso di fertilizzante, tutto può influenzare la pianta fino al punto di vedere i due sessi manifestarsi in un’unica pianta unica, fenomeno conosciuto come “ermafroditismo”.

Vantaggi dei semi femminizzati                      

Il vantaggio nell’utilizzo di questo tipo di semi, come detto in precedenza, è evitare di trovare piante maschio che possano impollinare durante la coltivazione, trovando così il fastidioso seme che abbassa il livello di THC e che rovina abbastanza il sapore quando si fuma, limitando allo stesso tempo la produzione di fiori e creando uno spreco di tempo, sforzo e spazio, per risultati non più utili di un eventuale incremento di pena nel caso in cui la polizia ci scopra.

Svantaggi

Lo svantaggio rispetto ai semi regolari (maschio e femmina) è la forza. Per qualche motivo sconosciuto il seme femminizzato non ha la stessa forza di quello regolare, per questo possiamo distinguere tra banche di semi con buona qualità e banche che non hanno una buona qualità, coltivando le rispettive genetiche e provocando volontariamente o meno qualche stress, al fine di verificarne la stabilità. Se la banca di semi ha utilizzato piante regolari nella creazione delle genetiche, noteremo una forza e una resistenza agli stress molto maggiori rispetto a quelle presenti in piante create a partire da femminizzate; se nascono femmine e vengono coltivate nelle stesse condizioni, la produzione è maggiore in piante regolari.

Probabilmente la forza propria dei semi regolari è data dalla mancanza di trattamento chimico di femminizzazione come con STS o con gibberellina: questa forza non passa solo alla generazione futura ma anche alle talee. I cloni di genetiche regolari si radicano più rapidamente dei cloni di piante femminizzate.

Un altro vantaggio delle regolari è la possibilità di fare i propri ibridi, potendo scegliere il fenotipo e la varietà che più ti piace, incrociandola come vuoi; insegna ai grower come distinguere tra fiori maschi e fiori femmina.

Tutti i semi da collezione distribuiti da Growbarato.net vengono venduti come souvenirs, ciò non instiga in nessun modo la germinazione degli stessi. La germinazione infatti resta illegale nella maggior parte dei paesi Europei, Growbarato non assume alcun tipo di responsabilità per l'uso illecito e la germinazione